martedì 24 dicembre 2013

Brandelli-di-conversazione-un-viaggio-treno

Businessman Having a Cell Phone Conversation on a Crowded TrainAnche questo pezzo nasce da una conversazione ascoltata in uno dei miei quotidiani viaggi in treno… Uso il treno per andare al lavoro e mi capita di sentire ogni genere di conversazione, anche quando vorrei farmi i fatti miei, sono irrimediabilmente attratta da ciò che si dice e racconta attorno a me.
Due donne dietro di me parlano delle loro storie d’amore e tra brani di conversazione che mi arrivavano, comprendo che una sta raccontando all’altra di una sua storia con un uomo che la tiene “in ballo” ormai da diverso tempo senza approdare a un dunque in nessuna direzione, in pratica i loro incontri sono in una situazione di stallo assoluta. Racconta all’amica alcuni episodi di questa storia che a me sembra infinita.
Inevitabilmente mi sono fermata a riflettere su quanto ho ascoltato.
A voi è mai capitato di essere insieme con una persona che vi attrae in modo incomprensibile? Vi è mai capitato di vedere che vi guarda e la sua espressione dice “vorrei raccontarti vorrei parlarti… ma… “?
Avete per caso avuto la malaugurata idea di chiedergli “cos’hai?” Apriti cielo che modo inopportuno che avete di porvi. Eh suvvia anche voi…. non si fa così, non si fanno certe domande.
Immediatamente vedete l’altro irrigidirsi, guardarvi con volto stralunato, smarrito e dirvi “(sospiro) …Nulla…. (sospiro)”.
Uhhhh!
Ditemi, ma non la sentite la rabbia montarvi dentro? Non sentite quell’irrefrenabile voglia di prendere a schiaffi quel viso tanto carino che vi toglie il sonno, da Dio solo sa quanto tempo? E lui lì, non fa un passo avanti né indietro.
La sentite voi?
Quando quel “nulla” sta per “sei la persona con la quale voglio parlare, sono qui e non so nemmeno io il perché, ma non riesco a farne a meno… ” Insomma la confusione più totale.
Io non resisterei un minuto, chiuderei la porta e taglieri ogni contatto. Ti succhiano energia vitale persone così, però allora, mi spiegate perché puntualmente ci ricadete e ogni volta che vi chiede di vedervi voi rispondete “si”?
Io non saprei cosa rispondere, :D Va bene continuate a farvi del male e poi raccontatelo alla vostra amica sul treno, mal che vada ci sono anch’io sul sedile dietro che vi ascolto.

venerdì 13 dicembre 2013

Follow Me

Ho pubblicato un nuovo articolo

http://icoloridelbuio.lenuovemamme.it/wordpress/?p=1706

Trasloco

carissimi amici che mi leggete, ho trasferito il mio blog ad un altro indirizzo, vi invito a venirmi a trovare nella mia nuova casa dove tutto è organizzato meglio.

Potremo continuare a fare due chiacchiere, scambiare idee ed esperienze.

Sono ospite di amiche carissime, vi aspetto qui a questo indirizzo per un caffè o un the.

Spero di rivedervi presto

http://icoloridelbuio.lenuovemamme.it/wordpress/

 

martedì 10 dicembre 2013

Eternità

Lasciarsi


ritrovarsi


attimi minuti


un'eternità

Reale realtà

Male fa male, è innegabile.

Aprire gli occhi

volerli richiudere

ma non poterlo fare

Lasciare uscire l'aria

respirare

come se ogni alito

fosse l'ultimo.

Attendere.....

Attendere...

Attendere...

Perdersi

Lo specchio


riflette


due laghi senza fondo

Tardi, ormai è tardi

E quando tornerai

non mi troverai,

sarò andata lontana

dalle tue mani

Fuggita.

Lontano

nei miei pensieri

dove non c'è posto per  te,

a combattere col vento gelido

attraverso lande desolate e buie

nei pressi della Cattedrale

 

Squarci

Anime che se ne vanno


che scompaiono


come vorrei


non lasciassero traccia


del loro passaggio


invece,


lasciano solchi profondi

Morte

Il dolore


forte stringe la bocca dello stomaco


Gelo dentro e gote arrossate


un velo di tristezza davanti allo sguardo.


Passerà.


Passerà.


Si apre uno squarcio


verso l'interno


lacera la carne


il fuoco divampa


il fiato tace


lo sguardo immobile verso l'infinito

domenica 8 dicembre 2013

Albero di Natale

Albero di Natale, un appuntamento classico in questi giorni.
In molte famiglie proprio oggi per la gioia dei più piccoli si è dato corso al rito della preparazione dell'albero di Natale, anche noi sebbene non si abbiano bimbi piccoli ci siamo messi d'impegno e abbiamo fatto il nostro.
L'albero alto due metri e dieci, è rigorosamente stato acquistato in Viridea, non poteva essere altrimenti.
Alcune decorazioni sono quelle del primo piccolo alberello che acquistammo dieci anni fa all'inizio della nostra storia, altre se ne sono aggiunte acquistate tra Viridea e Ikea.
Non mancano mai gli addobbi che, uno per anno, acquistiamo nelle bancarelle delle associazioni e sono davvero quelli più significativi.

Buon periodo dell'Avvento a tutti con qualche immagine del nostro albero di Natale

 

DSC_0355

DSC_0371

DSC_0369

DSC_0364

DSC_0360

DSC_0359

 

Albero di Natale

Eccoci è quasi Natale e come da tradizione nelle case si preparano l'albero di Natale e il Presepe.
Anche noi abbiamo rispettato la tradizione e siamo molto contenti del risultato




sabato 7 dicembre 2013

Riciclo creativo

index


Nel corso degli anni ho accumulato tante, troppe cose.
Sono state acquistare e raccolte nel tempo, segnano tappe di vita. Ormai è arrivato il momento di separarmene, ma non voglio buttare via perchè è come se gettassi un pezzo della mia vita, qualcosa di me e poi perchè sono convinta che quello che non serve più a me può essere utile per altri.

Sono pronta a riciclare le mie cose.
Mi organizzerò e metterò online, qui nel mio blog le immagini di ciò che elimino se qualcuno trova qualcosa che gli interessa mi può contattare e venire a prenderlo.

Aria

Ho bigogno di aria


di spazio


di una ventata di pulito


di nuovi progetti


71

mercoledì 4 dicembre 2013

Lavori in corso

Continuano i lavori in corso

Fastweb – Senza rete da oltre settantadue ore - Aggiornamento

Ne avevo parlato qui e oggi devo fare un aggiornamento.

Ieri pomeriggio ricevo una telefonata da Fastweb che mi comunica l'avvenuto riallaccio.

Bene ora oltre ad immaginare riesco anche a comunicare con il resto del mondo

Io felice :)

martedì 3 dicembre 2013

Fastweb - Senza rete da oltre settantadue ore

rete

Buongiorno a tutti, sono cliente Fastweb dal 2010 e non ho mai avuto problemi, purtroppo pare che io sia incappata in un inconveniente tecnico di risoluzione difficile.


Sono ormai trascorse le 72 ore, che mi erano state date come termine, per il ripristino della mia rete telefonica e dati. Venerdì scorso alle 17:53 ho contattato il numero clienti 192 193 dal cellulare e dopo svariati minuti di attesa mi hanno comunicato che c'era un guasto in "centralina" e sarebbe stata ripristinata la rete telefonica, appunto in settantadue ore, a lavoro eseguito mi avrebbe chiamato un tecnico per darmene comunicazione.
Le fatidiche ore sono scadute ieri sera e della rete nessuna traccia, il telefono resta muto così pure il mio cellulare, nessun tecnico all'orizzonte.


Mi domando se ho diritto a decurtare dal canone che puntualmente la mia banca paga quando viene emessa la bolletta da Fastweb, il periodo durante il quale non mi è stato fornito il sevizio.
Inoltre me ne deriva un danno in termini di collaborazione in rete con vari gruppi di cui faccio parte......


E' vero che staccare dal web è utile, ma non quando ci lavori.


"Fastweb, immagina puoi.... " questo lo slogan, ma qualche volta anche nella realtà.

lunedì 2 dicembre 2013

I colori e il loro significato



 

Era il 1999 quando sentii per la prima volta nominare Baba Bedi, la terapia vibrazionale e il significato dei colori.
Ho iniziato quindi un percorso percettivo attraverso i colori, ho sperimentato e alcune sperimentazioni devo dire che mi piacciono ancora molto.
Quando sono particolarmente "soffocata" da un problema che non trova soluzione, prendo i colori e lascio che la mano si muova libera sulla superficie, oltre che rilassarmi molto, questa attività solitamente mi è di grande aiuto per fare chiarezza nelle situazioni.

Era luglio quando suonai per la prima volta il campanello di una casa, non mi sarei mai aspettata che la signora bionda che venne ad aprirmi la porta avrebbe portato un contributo così importante alla mia evoluzione interiore.
Mi sentivo strana mentre mi faceva accomodare nella stanza dipinta d’azzurro.
Musica di sottofondo, ambiente accogliente, profumo d’incenso un tavolino con una tazza e una caraffa di tea.

Da lì iniziò il mio cammino verso la scoperta del mondo sconosciuto che con urgenza chiedeva di essere portato alla Luce.
Lì iniziò il mio incontro con la Luce.
Con quella signora attraverso la Tecnica Vibrazionale e l’Attivazione dei Talenti ho preso coscienza di molte potenzialità nascoste.
Era un momento buio della mia esistenza, uno di quei momenti in cui ti rinchiudi in te stesso come una lumaca nel guscio per difenderti e raccogliere le energie, un momento dove il silenzio e la penombra sembrano essere l'unico rifugio.
In quella casa, quel giorno iniziai il cammino con l'Attivazione Psichica.

martedì 26 novembre 2013

Alba

464


Il momento che preferisco quando mi sveglio è l'alba.


Solo all'alba puoi assaporare il silenzio e quella luce che illumina l'orizzonte con quel biancore spettacolare

Halloween. Meglio tardi che mai

Si lo so, Halloween è passato,


meglio tardi che mai


voi che dite?


Questa zucca mi piace così tanto


che la propongo lo stesso


6243471960_bdc3386519_b


Qualche vecchio mescolo di alluminio


che era dei miei genitori


e


6243472362_f3fde309f0_b


lo scola pasta


Mi ricordano quando ero bambina


Lau

mercoledì 13 novembre 2013

Reincarnazione

Parto dall'assunto che tutti noi viviamo più vite e quanto più alti sono i valori che esprimiamo nella vita corrente tanto più elevato è il livello di perfezione che la nostra anima ha raggiunto.

Chi vive di vendette, pregiudizi, colpevolizzazioni è un'anima immatura e grezza.

Una persona così non può farmi male perché per lei sono irraggiungibile.......

Può provarci, ma la luce prevale sulla tenebra come l'amore prevale sull'odio

≈ ≈ ≈

Pensando al mattino

Constatare ogni mattina il degrado educativo della generazione che comprende i ragazzini tra i 13 e i 17 anni ........

Non venite a raccontarmi di preadolescenza e adolescenza, non è la prima generazione di adolescenti che incontro e anche senza un Master ho sufficienti competenze per esprimere una opinione.

≈ ≈ ≈

Ancora pensieri

Pensare troppo nuoce gravemente alla salute



≈ ≈ ≈

Pensieri

Basaglia nel 1978 con la legge 180 ha chiuso i manicomi, poi Mark Zuckerberg nel 2004 inventa Facebook.

≈ ≈ ≈

Famiglie monogenitoriali

Il termine monogenitoriale nel caso di famiglie separate è un falso ideologico.

Anche in caso di separazione i figli hanno DUE GENITORI, definirle monogenitoriali prelude all'intenzione di voler escludere o peggio cancellare una delle due figure genitoriali. Con questo comportamento si potrebbe ravvisare una forma di maltrattamento psicologico nei confronti dei figli, oltre che dell'altra persona.

Tutelare e difendere il diritto dei bambini a mantenere rapporti con entrambi i genitori è un preciso dovere che ogni genitore deve ben tenere a mente quando accade che una famiglia si frammenta.

Se tutt* coloro che, durante le fasi separative o divorzili, si lasciano abbagliare dall'inventare accuse inaudite nei confronti dell'ex partner solo nel tentativo di vendicarsi di una fantomatico torto subito, sicuramente non pensano alle ripercussioni che simili azioni hanno sui figli.

Oltre alla mancanza di una figura genitoriale, si aggiungono tutte quelle procedure a cui saranno sottoposti, colloqui con psicologi nella migliore delle ipotesi, nella peggiore invece visite ispettive da parte di medici che andranno a verificare se hanno subito violenza... procurandogliene. Il tutto ovviamente sempre in nome del bene del minore.

Per non parlare poi, in caso di forte conflitto essere tradotto in casa famiglia.

Cosa penseranno gli altri di quel bambino? Certamente sarà bollato come il figlio del violentatore, il figlio del maltrattante. Tutti noi sappiamo con quanta facilità si possa segnare il futuro di una persona con simili illazioni e sappiamo anche quanto sia difficile poi riuscire a riacquistare un'immagine pulita. A volte non sarà mai possibile. Ma questo aspetto non viene nemmeno preso in considerazione. Mi voglio vendicare con qualsiasi mezzo di te......

Da una parte mi lasciano sbalorditi gli esperti del settore che dovrebbero essere coloro che tutelano il bambino. Capita molto spesso invece che, forse per formazione scolastica o di scuola di pensiero, non voglio nemmeno pensare che sia per filosofia politica, facciano di tutto per tutelare uno dei due adulti. Credo di non dovermi nemmeno prendere il dovere di dire quale. La maggior parte di voi che mi leggete, avete molto ben inteso a quale adulto io mi riferisca.

Dalla cronaca e dai racconti delle persone che riferiscono i loro vissuti si evince a volte chequeste figure gestiscono un potere troppo grande e

Altro aspetto che non viene considerato è come viene letto quel bambino dalla comunità sociale. Accusare un padre di violenza o di abuso ai figli falsamente per esempio, che è la maggioranza delle accuse che si verificano, porterà

 

≈ ≈ ≈

Pensieri

Se un uomo vuole stare con te, farà in modo che ciò accada


≈ ≈ 

Work in progress



Cooming soon

martedì 12 novembre 2013

Peter Kann e il decalogo di un buon giornalista

Se ne leggono di ogni e ovunque.

Articoli scritti senza indagare alle fonti, solo per far notizia, titoli fuorvianti che nulla azzeccano con i contenuti.

Peggio di tutti certi blog dove trovi molta spazzatura.

Ho trovato questo che è il decalogo per il "buon giornalista" di Peter Kann uno dei più noti inviati di guerra americani, premio Pulitzer nel 1972 per i suoi reportage sul conflitto tra India e Pakistan, è stato anche presidente del Wall Street Journal.

Dice anche così
il buon giornalismo non sempre dà adito a un successo editoriale, ma un giornalismo scarso porta all’insuccesso“;

Pubblicare un giornale è come gestire un ristorante: bisogna fare un buon marketing, ma quello che conta poi è la qualità del cibo. E per un giornale, il giornalismo è la linfa vitale

 

decalogo-di-Peter-Kann1

venerdì 18 ottobre 2013

Cyberstalking

Nuovo nome da aggiungere alla lista.....

La lista si allunga.

C'è chi continua a creare nuovi profili per seguire quello che faccio, quello che scrivo.

Continua l'azione di cyberstalking nel web.

 

Piove..... su Trevi.....

 

Se la tua vita fa schifo non è un problema mio

.........

 

Una storia vera e fantastica

232.jpg

La mia collega Paola (nome di fantasia) al telefono dice a qualcuno in ascolto dall’altra parte “Ciao, è nata Alice”.

La guardo e mi dice “è nata la figlia della sorella di mia figlia” poi aggiunge “lo so che è complicato”.


So che Paola ha avuto due relazioni importanti e che da queste relazioni sono nati i suoi figli, un maschio e una femmina.


Paola è una di quelle ex mogli che io ammiro. Una donna in grado di gestire il proprio vissuto in modo equilibrato, una donna in grado di mettere in gioco emozioni sane e positive per il bene di sua figlia e della famiglia che è davvero allargata.


Paola è una di quelle donne che riescono ad andare oltre. Oltre i propri problemi di relazione con l’ex, oltre il mantenimento che non sempre arriva,  oltre l’immaturità della persona che poi si riflette in altri ambiti della vita.


Paola è una donna che ha un concetto di famiglia che io condivido ovvero luogo dove regna l’amore e la comprensione tra le persone che vi si relazionano.


Mi dice “sono nonnastra” e lo dice con orgoglio come se questa bimba fosse figlia della figlia da lei partorita.


Anche adesso la sento chiamare, felice, annunciando la nascita di questa nuova luce nella sua famiglia.


E io oggi comincio la giornata più serenamente pensando che oltre questo muro c’è una donna vera.


Lau

domenica 6 ottobre 2013

Aforismi - Flaubert

Domenica di aforismi Gustave Flaubert
Si fa della critica quando non si può fare dell'arte, nello stesso modo che si diventa spia quando non si può fare il soldato.



Perché voler essere qualcosa quando si può essere qualcuno?


Lau

Teoria della follia - Einstein

Oggi mi piace ricordare la teoria della follia di Albert Einstein che recita
“Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettare risultati diversi.” (Einstein) - See more at: http://www.gallito.eu/2009/03/27/definizione-di-follia/#sthash.YmJaOB4i.dpuf

“Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettare risultati diversi.”


Lau

domenica 22 settembre 2013

L'arte e l'hobby

Dipingere è un'azione distensiva per me,  
prediligo lo stile materico olio o acriclico su tela, 
preferisco l'utilizzo delle dita ma uso sovente spatole e pennelli duri.
Giornali, segatura, gesso 
ecco alcuni dei materiali che uso per preparare i supporti.
Buona visione