lunedì 25 maggio 2015

Famiglie il Movimento Femminile per la Parità Genitoriale e i Guerrieri di Luce

Troppi bambini vivono i cosiddetti “allontanamenti facili” dalle loro famiglie, se ne contano oltre 40.000 (calcolo per difetto).

Bambini strappati troppo facilmente alle loro famiglie con molti pretesti, ma poche effettive motivazioni. Un bambino allontanato dalla sua famiglia può fruttare dai 200,00 ai 400,00 euro al giorno, questo business sulle lacrime dei bambini deve finire.


Milioni di bambini  in Italia non vedono applicata la legge 54 del 2006 che prevede l’affido condiviso. Questi bambini se lo ritrovano solo sulla carta, ma per molti di loro non viene rispettato il diritto di non venire separati dai genitori e di poterli frequentare equamente e con continuità.


L’Associazione “Donne Contro - Movimento Femminile per la Parità Genitoriale” con i Guerrieri di Luce aderiscono a questa campagna di sensibilizzazione.


L’iniziativa si svolgerà in moltissime piazze d’Italia. Vuole essere una manifestazione pacifica che unisce Associazioni e singoli cittadini e vuole portare all’attenzione pubblica i diritti calpestati di tantissimi bambini nel nostro paese.


Per questo motivo ognuno di noi avrà un lumino che accenderemo in segno di vicinanza a quelle famiglie che vivono questa situazione.



L’evento si terrà il 26 maggio

nello spazio antistante il Municipio di Arcore Largo Vela

a partire dalle ore 20

famiglie

2 commenti:

carlo citi ha detto...

quando si fonada un movimento per i diritti di quaslcuno spesso si alza una bandiera e si sventola con forza chiamando chiunque a dar sostegno ma attenzione non credo che tutti gli intervenuti possano dire di farlo senza un interesse privato.
sono padre di due figli e durante una storia una signora mi ha costretto ad avere inl terzo figlio...e dico costretto perche non ho mai condiviso la sua voglia di genitorialità, il nostro era sesso e se ci fosse stato un dubbio potevamo parlarne ma invece l'attivista del vostro movimento non ha fatto altro che scegliere per tutti e a messo a l mondo un bel bambino.
ora io invito tutti voi a capire come si piò tornare indietro come un uomo abbia una via d'uscita....ma non c'è ....tutti direte ma non dovevi far sesso ma non dovevi permettreti di godere .....ma come uscire da una situazione del genere ?la legge non ti permette di uscirne la morale ti inchioda la famiglia ne soffre ma devi essere padre.... ma di chi?
con tutte le politiche di sensibilizzazione che vengono fatte in favore delle donne e dei minori gli uomini rimangono sernsa via d'uscita..
allora consiglio alle associazioni e a tutti quelli che si vogliono innalzarsi a paladini di tante sofferenze che controllino con chi hanno a che fare se i loro intenti siano puliti e non solo perche credono di trovarsi di fronte a chi per loro è un caso umano. . buon lavoro ( se i vostri intenti sono buoni )

Laura ha detto...

Devo dirti che onestamente non ho compreso il tuo commento. Lo pubblico perché tu abbia voce e perché a quanto m'è dato sapere, non abbiamo nulla di cui doverci sentirci a disagio.