venerdì 9 dicembre 2011

Afrodite è tornata

Afrodite Afrodite è tornata

Hai firmato un contratto ora hai una parte da recitare, devi impersonare il tuo ruolo fino in fondo.

Sei un oggetto da prendere e usare quando se ne ha voglia.

Non devi avere desideri, emozioni, sentimenti.

 

I patti sono chiari e ben sanciti.

Questo è quello che ti si chiede, non hai voglia di lottare, lasci che tutto scorra insensibile a quanto dolore tu senta.

Non sei tu a provare la rabbia, il dolore, la delusione.

L’altra parte di te si carica di tutto e ti libera da ansie e frustrazioni, non ti avranno mai, non ti abbatteranno mai.

Confusione, caos, disordine mentale. Ma tu sai……..

Sapere e consapevolezza.

Pensavi di aver accantonato quella parte di te che oggi si presenta pretendendo il suo posto con urgenza e prepotenza. Torna alla ribalta piu’ forte che mai.

E Afrodite è lì... Ti guarda, alla mattina dallo specchio che riflette la tua immagine.
Ti dice “ciao io sono qui, ci sono sempre stata non potrai mai liberarti di me, accettami e accettati per come sei.

Non cercare di combattermi combatteresti te stessa, non cercare di cancellarmi, cancelleresti te stessa. Io sono te, sono quella parte di te che ti fa sentire viva, sono quella parte di te che adesso gli altri vedono.

Solo se riuscirai a far coesistere il dualismo che ti rende unità riuscirai ad avere quella serenità che cerchi.

Sono viva sono reale, smettila di rinnegarmi”.

Laura ©


(immagine da web - Nascita di Venere - Sandro Botticelli)

Nessun commento: